Jack Brabham:

Jack Brabham ter volte campione del mondo nel 1959 nel 1960 e nel 1966

Jack Brabham

Sir John Arthur 

Brabham OBE


Jack Brabham, nato a Hurstville, Sydney, Australia, il 2 aprile 1926: Dove studio ingegnería mecanica. † il 14 Maggio 2014
Fu un pilota di Formula 1 australiano, tre volte Campione del Mondo di Formula 1,
nel 1959, 1960 e 1966, Ha vinto un totale di 14 Gran Premi.
La vittoria del 1966 è avvenuta alla guida della vettura col suo stesso nome costruita dalla Brabham Racing Organisation, che poi diventerà una delle  principali scuderie di Formula 1.
Il debutto e i primi anni
Jack Brabham, o "Black Jack" fa una fugace apparizione al Gran Premio di Gran Bretagna 1955 alla guida di una Cooper, come pilota privato.
Si qualifica ultimo e si ritira al 31º giro per la rottura del motore.
Lo si rivede un anno dopo, sempre in Gran Bretagna e sempre con il motore ko, ma stavolta è fuori già al 4º passaggio.
Nel 1957 partecipa con più frequenza alle gare di Formula 1. A Monaco conquista la sesta piazza, che all'epoca non veniva inclusa nel punteggio: solo i primi cinque andavano a punti. Per gran parte della stagione non riesce a finire le gare e termina il campionato a zero punti. Finalmente, nel 1958, Brabham ottiene il quarto posto a Monaco. Poi più niente.

                                             I due titoli con la Cooper

La prima vittoria 1959 su Cooper Climax


Nel 1959 Jack Brabham non è certo il favorito per il titolo mondiale, anzi si pensa finalmente ad un trionfo di Stirling Moss. Invece l'australiano stupisce vincendo già la prima gara. Seguono un secondo e un terzo posto, poi ancora una vittoria in Gran Bretagna, specificatamente ad Aintree, circuito sul quale aveva debuttato e che fino ad allora non gli aveva mai dato granché. In Italia poi arriverà un podio che sancirà la conquista del titolo, nonostante il recupero di Tony Brooks.
La seconda Vittoria nel 1960 ancora su Climax
Il 1960, anno del suo secondo titolo, è invece molto più facile. Con una serie di cinque vittorie consecutive Brabham fa via via affievolire le speranze di Bruce McLaren che si ritrova alla fine secondo, staccato di nove punti...Gli anni della crisi..

*****************gli anni della crisi*****************

Dopo il secondo titolo Brabham cade in un lunghissimo periodo di crisi, che termina solo nel 1966.
Il 1961 è un anno avaro di soddisfazioni. Nel 1962 l'australiano fonda un team che porta il suo nome, ma i risultati sono scarsini, con le "sue" macchine
"Black Jack" non va oltre un quarto posto.
Nel 1963 ci sono lievi miglioramenti, col secondo posto in Messico, e così nella stagione successiva (due terzi posti). Poi nel 1965 fa un passo indietro, e conquista solo un terzo posto. Invece il suo compagno di squadra, l'americano Dan Gurney naviga sempre in posizioni alte, con ben sei risultati utili consecutivi.

                                      .................................E poi ancora un titolo............................

                                        .........................................Nel     1966........................................

Contrariamente alle previsioni, Jack Brabham vince il titolo.
Jack Brabham sulla Brabham BT18-Honda

La Ferrari infatti, favorita della stagione, perde Surtees a causa di polemiche.
Brabham, anche grazie al cambio dei regolamenti (aumento della cilindrata da 1500 a 3000 cc), vince quattro gare consecutive, Francia, Gran Bretagna, Olanda e Germania un secondo posto i Massico e un quarto in belgio, Gli bastano per vincere il terzo titolo.

...il 1967 fu l'Anno di Denny Hulme il Neozelandese volante...

Nel 1967, il titolo gli venne soffiato dal compagno di squadra Denny Hulme.
Brabham rimane molto scottato e allontana il neozelandese dalla scuderia.
La nuova crisi e il conseguente ritiro Nel 1968 "Black Jack" va in crisi e ottiene solo due punti. Il 1969 è leggermente migliore, con un secondo e un terzo posto (Canada e Messico), un quarto e un sesto (rispettivamente Stati Uniti e Olanda). Il 1970 sarà l'ultimo anno di attività di Brabham che si regala una vittoria nel gran premio inaugurale in Sud Africa e conclude quinto nella classifica generale. Lascia anche il proprio team nelle mani del suo socio, Ron Tauranac.


                                                   Morte      †

19 maggio 2014 – E’ giunta nella notte la notizia della morte del 3 volte Campione del mondo di Formula 1 Jack Brabham. L’australiano è noto per essere stato il primo e unico pilota a vincere nella storia della Formula 1 con una vettura da lui stesso costruita. Ha ottenuto 3 titoli mondiali, nel 1959, 1960 e 1966 e aveva all’attivo 14 vittorie, 13 pole position e 12 giri più veloci. “Black Jack”, così veniva soprannonminato per il suo carattere particolarmente introverso, lascia per sempre la sua nutrita schiera di eredi che si sono cimentrati nel mondo delle corse, dai figli David (ex pilota di Formula 1 e vincitore della 24 Ore di Le Mans), Geoff e Gary ai nipoti Matthew, impegnato nella Indy Lights dove ha vinto poche settimane fa la sua prima gara, e Sam, impegnato nella Formula Ford inglese. Il suo team, grazie a Ron Tauranac e Bernie Ecclestone, è riuscito a vincere altri 2 titoli mondiali piloti, nel 1981 e 1983 con Nelson Piquet al volante e si è ritirato nel 1992. L’intero mondo della Formula 1 si inchina reverente alla memoria di questo grandissimo campione, che oltre ad avere grandi doti al volante è stato persino capace di progettare da zero una sua macchina e portarla al successo.

Nessun commento:

Posta un commento